Seconda Guerra Mondiale (1939/1945)
 
Operatori di guerra di tutte le nazioni hanno rischiato, e spesso perso, la vita per filmare gli avvenimenti bellici del secondo conflitto mondiale: dall'invasione della Polonia da parte delle truppe tedesche nel settembre 1939 alla resa della Francia nel giugno 1940, l'entrata in guerra dell'Italia il 10 giugno 1940, gli scontri in Nord Africa tra il 1940 e il 1943, dall'attacco tedesco alla Russia agli scontri navali nel Mediterraneo, il crollo del regime fascista nel luglio 1943 e la nascita della RSI, la guerra partigiana in Italia e in Europa e la repressione nazista, dallo sbarco in Normandia al crollo della Germania, da Pearl Harbour alla resa del Giappone.Su tutte le città d'Europa i bombardamenti si susseguono per circa sei anni, portando distruzione e morte.

La politica razziale tedesca in Germania e nei territori occupati, i rastrellamenti degli ebrei, l'orrore dei lager, la liberazione dei campi di concentramento: anche la popolazione civile è stata coinvolta nel dramma della guerra, patendo sofferenze e privazioni e dando il suo tributo di sangue. L'esplosione delle bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki (i cui terribili effetti sugli esseri umani sono documentati da un filmato dell'esercito americano) e il processo di Norimberga mettono simbolicamente fine alla seconda guerra mondiale
 
< >